Condividi Blog

ISCRIVITI AL CANALE

giovedì 3 novembre 2016

LA FORMAZIONE MEDICALE IN E-LEARNING


LA FORMAZIONE MEDICALE IN E-LEARNING


La svolta della nuova norma

Che la formazione a distanza abbia finalmente assunto un ruolo primario nell’ambito della sanità italiana è dimostrato a chiare lettere anche dalla nuova normativa Ecm entrata in vigore il primo gennaio 2010 (Dri, 2010). Fino ad allora i programmi di formazione a distanza erano stati accreditati solo in via sperimentale (a partire dal 2004). Era stata infatti considerata indispensabile una fase di prova sul campo per valutare quanto questo tipo di formazione fosse gradito e fruibile da parte degli operatori sanitari italiani. Non bisogna d’altra parte dimenticare che uno dei fattori limitanti, temuto soprattutto agli inizi e ormai superato, è la connettività, cioè la possibilità per gli operatori sanitari di accedere a Internet in maniera agevole e rapida.
La sperimentazione ministeriale, con una quarantina di progetti erogati, ha dato ottimi risultati (Naldi, Manfrini et al., 2006) e sull’abbrivio di questa esperienza la Fad è diventata ora primadonna del campo formativo. Basti pensare che tutti e 50 i crediti Ecm annui che un professionista sanitario deve ottenere per la propria formazione continua possono essere realizzati via Fad, con un’unica eccezione: la categoria degli infermieri ha un limite posto al 60% Ciò significa che un infermiere può ottenere al massimo 30 crediti Ecm all’anno via Fad per soddisfare i propri bisogni formativi. Oggi tutte le professioni devono acquisire dei crediti formativi e grazie all'Elearning è accessibile a tutti.